La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista utentiGruppiIscrivitiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Parola d'ordine:
Connessione automatica: 
:: Recuperare la parola d'ordine
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 9:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 4:30 pm Da Faun

» Camelot (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 4:25 pm Da Faun

» Timber Town (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 4:21 pm Da Faun

» Native American - Music - (Shoshone)
Mer Lug 09, 2014 11:50 pm Da Keewna

» Wayra - Echos of Time ( Puma, Cougar, Lion des montagnes )
Mer Lug 09, 2014 11:12 pm Da Keewna

» Watcher of Life Kachina
Mer Lug 09, 2014 10:43 pm Da Keewna

» Presentazione
Mer Lug 02, 2014 1:15 am Da MichaelaFairy

» Il viaggio meraviglioso di Nils Kolgerrson
Ven Giu 27, 2014 9:48 pm Da Barbanera

» Sfida letteraria
Sab Mag 31, 2014 2:24 pm Da Mostro16

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook
Condividere | 
 

 Il Pooka Di Kildare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Straniero77
Aiutante Taverniere
Aiutante Taverniere


Messaggi: 309
Punti: 451
Rinomanza dei post: 40
Data d'iscrizione: 03.11.10

MessaggioOggetto: Il Pooka Di Kildare   Lun Giu 18, 2012 4:58 pm


Il signor H. R. quando era in vita soleva passare lunghi periodi a Dublino, e una volta stette via dal paese un bel po' a causa del fatti del novantotto (Nel 1798 i repubblicani irlandesi si ribellarono agli inglesi). Ma i servi continuavano ugualmente a mandare avanti la casa di Rath proprio come se la famiglia ci vivesse. Ebbene, di solito, dopo essersene andati a letto, essi venivano spaventati a morte dallo sbattere della porta di cucina e da un tintinnare di alari, pentole, piatti e stoviglie. Una sera rimasero seduti più a lungo del solito tenendosi di buon animo con storie di fantasmi e di apparizioni, tanto che pensate un po' - il piccolo mozzo di stalla che di solito dormiva sopra ai cavalli e che non era riuscito a trovar posto accanto al fuoco, scivolò fin dentro il camino caldo e quando si fu stancato di ascoltare storie - mal gliene incolse - si addormentò profondamente. Sia come sia, dopo che tutti se ne furono andati e in cucina venne coperto il fuoco, il ragazzo fu svegliato dal rumore della porta che si apriva e dal risuonare di pesanti passi d'asino sul pavimento della cucina. Sbirciò fuori e vide niente meno che un grosso asino - proprio cosi' - che stava seduto sulla sua coda e sbadigliava di fronte al fuoco. Dopo un po' la bestia si guarò attorno, cominciò a grattarsi le orecchie come se fosse molto stanco e disse: - Tanto vale cominciare prima che dopo -.
Al povero ragazzo presero a battergli i denti perchè, si diceva, - Adesso mi mangia -. Ma quell'essere con la coda e dalle lunghe orecchie aveva qualcos'altro da fare. Attizzò ilfuoco e poi prese alla fontana un secchio d'acqua, lo porò in casa e ne riempi' una grossa pentola che aveva messo sul fuoco prima di uscire. Poi mise la mano - cioè il piede - nel focolare e ne tirò fuori il ragazzino. Questo lanciò un urlo di paura, ma il Pooka gli diede solo un'occhiata, spinse in fuori il labbro inferiore per far vedere quanto poco gliene importava, e poi lo ricacciò al suo posto. Ebbene, si sdraiò poi di fronte al fuoco finchè udi' che l'acqua bolliva, e allora non ci fu forse piatto, scodella o cucchiaio sulla madia che egli non prendesse e mettesse nella pentola e lavasse e asciugasse con una cosi' gran cura come nessun'altra sguattera da li' fino a Dublino. Rimise poi tutto al suo posto sugli scaffali e viassicuro che diede proprio una bella spazzata alla cucina. Poi si viene a sedere di fronte al ragazzo, abbassa un orecchio, rizza l'altro e sogghigna. Il poveretto tentò di urlare ma neppure un suono gli usci' dalla gola. L'ultima cosa che fece il Pooka fu di coprire il fuoco, poi usci' facendo sbattere con tale violenza la porta che il ragazzo pensò che la casa non potesse fare a meno di crollare. Beh! Vi assicuro che ci fu un bel trambusto il mattino dopo, quando il poveretto raccontò la sua storia! Non si parlò d'altro per tutto il giorno. Uno diceva una cosa, un altro ne diceva un'altra, ma una grossa sguattera indolente disse la cosa più furba:
- Caspita, -disse, - se il Pooka fa diventare tutto pulito in quel modo mentre noi dormiamo, perchè dovremmo sgobbare come schiavi per fare il suo lavoro?-
- Si, certo! disse un'altra, - sono le parole più sagge che tu abbia mai detto, Kauth, e non sarò certo io a darti torto-.
Detto fatto: quella sera non un piatto o una scodella videro una goccia d'acqua, non una ramazza toccò il pavimento e tutti andarono a letto poco dopo il tramonto. La mattina dopo ogni cosa in cucina era più pulita che mai e il sindaco avrebbe potuto pranzare per terra. Era una bella comodità per quei pigri domestici, potete star certi, e ogni cosa andò avanti bene finchè un ragazzetto temerario disse che sarebbe rimasto alzato una notte per far due chiacchiere con il Pooka. Il ragazzo provò un po' di paura quando la porta fu spalancata e l'asino venne avanti fino al fuoco.
- Scusate, signore, - disse infine, facendosi coraggio; - se non è prendersi troppa libertà, potrei chiedervi chi siete e perchè avete la gentilezza di fare ogni notte per le ragazze metà del lavoro di una giornata?-
- Non è affatto prendersi delle libertà, - dice il Pooka. Certo che risponderò. Facevo il servitore al tempo del padre del cavaliere R. ed ero il più pigro briccone che mai fosse cresciuto e vestito, e non me ne davo pensiero. Quando giunse per me l'ora d'andare all'altro mondo, la punizione che mi venne accollata fu questa: venire qui ogni notte, fare tutto questo lavoro e poi uscire al freddo. Non è cosi' brutto quando il tempo è buono, ma se solo tu sapessi cos'è stare in piedi con la testa fra le gambe, la pioggia che ti cade addosso, da mezzanotte all'alba, in una gelida notte d'inverno!-
- Ma potremmo fare qualcosa per darvi sollievo, poveretto? - chiese il ragazzo.
- Beh! Non so. Ma penso che un buon pastrano trapuntato mi aiuterebbe a restare in vita in quelle lunghe notti-.
- Saremmo davvero le persone più ingrate del mondo se non provassimo compassione per voi-.
Per farla breve, un paio di notti dopo il ragazzo era di nuovo li' e potete ben immaginare il grande piacere che fece al povero Pooka porgendogli un caldo pastrano. Tra il Pooka e il ragazzo riuscirono a infilare le gambe nelle quattro maniche del cappotto e ad abbottonarlo lungo il petto e lo stomaco, e il Pooka era cosi' contento che andò allo specchio per vedere che aspetto aveva.
- Bene, - dice, - tutto arriva a chi sa aspettare! Faccio molti ringraziamenti a te e ai tuoi compagni. Mi avete reso finalmente felice. Buona notte-.
Detto questo si preparava a uscire quando l'altro gli gridò:
- Te ne vai certo troppo presto. E come la mettiamo con il lavare e spazzare?-
-Ah! Puoi dire alle ragazze che adesso tocca a loro. La mia punizione doveva durare fino al momento in cui sarei stato considerato meritevole di una ricompensa per come avevo fatto il mio dovere. Non mi vedrete più -.
E mai più lo videro, ed erano ben tristi di aver avuto tanta fretta nel ricompensare l'ingrato Pooka.


(Fiabe Irlandesi Di William Butler Yeats)

_________________
"Stranger in the strange land..."
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Arwen71
La Locandiera
La Locandiera


Messaggi: 382
Punti: 598
Rinomanza dei post: 42
Data d'iscrizione: 22.10.10
Località: Priolo Gargallo, Sicilia

MessaggioOggetto: Re: Il Pooka Di Kildare   Mer Giu 20, 2012 8:18 pm

...E' meraviglioso poter sognare ad occhi aperti grazie a queste bellissime fiabe irlandesi sul Piccolo Popolo
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 

Il Pooka Di Kildare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su1

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi ::  ::  :: -