La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista utentiGruppiIscrivitiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Parola d'ordine:
Connessione automatica: 
:: Recuperare la parola d'ordine
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 9:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 4:30 pm Da Faun

» Camelot (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 4:25 pm Da Faun

» Timber Town (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 4:21 pm Da Faun

» Native American - Music - (Shoshone)
Mer Lug 09, 2014 11:50 pm Da Keewna

» Wayra - Echos of Time ( Puma, Cougar, Lion des montagnes )
Mer Lug 09, 2014 11:12 pm Da Keewna

» Watcher of Life Kachina
Mer Lug 09, 2014 10:43 pm Da Keewna

» Presentazione
Mer Lug 02, 2014 1:15 am Da MichaelaFairy

» Il viaggio meraviglioso di Nils Kolgerrson
Ven Giu 27, 2014 9:48 pm Da Barbanera

» Sfida letteraria
Sab Mag 31, 2014 2:24 pm Da Mostro16

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook
Condividere | 
 

 Le origini celtiche del Natale irlandese

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cernunnos80
Aiutante Taverniere
Aiutante Taverniere


Messaggi: 310
Punti: 497
Rinomanza dei post: 19
Data d'iscrizione: 29.11.10
Località: Foreste e Boschi antichi...

MessaggioOggetto: Le origini celtiche del Natale irlandese   Gio Dic 23, 2010 8:23 pm



Molte delle usanze irlandesi ancora oggi in vita risalgono a epoche antichissime, quando alla cultura e alla religione gaelica subentrò il Cristianesimo.
La data in cui si celebra il Natale è legata alle religioni degli antichi Druidi e Romani. Nel periodo del solstizio d’inverno, Alban Arthuan (in inglese “The Light of Arthur”, secondo la credenza che re Artù nacque il giorno del solstizio d’inverno), i Celti celebravano la rinascita del sole così come i Romani celebravano la nascita del dio Sole. Alban Arthuan è noto anche come Yule, che deriva dalla parola anglo-sassone "Yula" o "Wheel of the Year" e indicava la celebrazione del giorno più breve dell’anno e della rinascita del sole.
Inoltre si credeva che Alban Arthuan fosse un periodo di crescente fertilità, come lo erano altre feste celtiche, tipo Samhain o Beltane.
L’usanza di ardere il ceppo di Natale, tradizione legata ancora oggi alle feste natalizie, nacque per onorare la grande dea madre.
Il ceppo veniva acceso alla vigilia del solstizio, usando i resti del ceppo dell’anno precedente, e veniva lasciato ardere per dodici ore come buon auspicio. La decorazione del ceppo di Natale fu originariamente un’usanza pagana: si appendevano al tronco, solitamente di pino, numerose decorazioni colorate che stavano a significare gli astri tanto significativi per i pagani – luna, sole e stelle – e le anime di coloro che erano morti durante quell’anno.
Oltre a ciò si crede che anche il moderno scambio di regali derivi da una tradizione pagana che vedeva molti doni appesi all’albero in questione come offerte ai numerosi dei.
Per quanto riguarda Babbo Natale, infine, anche tale tradizione sembra risalire in qualche tratto al periodo celtico: i suoi elfi, infatti, sono una modernizzazione del “Nature folk” di origine pagana, e le sue renne sono associare all’”Horned God”, uno degli dei pagani.
Per concludere, dato il credo cristiano, per cui la nascita di Cristo portò nuova luce (e quindi vita) nel mondo, e data anche l’assenza nella Bibbia di una specifica data di nascita di Gesù, risulta logica la decisione di celebrare la festa della nascita di Cristo in coincidenza con il solstizio d’inverno.

Riferimenti: Irlandando.it
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
FairyViolet
Fata Cuciniera
Fata Cuciniera


Messaggi: 368
Punti: 633
Rinomanza dei post: 21
Data d'iscrizione: 08.11.10
Località: Ovunque, danzando con il vento

MessaggioOggetto: Re: Le origini celtiche del Natale irlandese   Dom Dic 26, 2010 11:35 am

grazie... conoscevo l'ultima parte....che bello mi piace stare qui e ampliare sempre più le conoscenze
di questo genere Smile

_________________
"Se qualcosa o qualcuno non si vede, non significa che sia inesistente... potrebbe semplicemente celarsi
dietro un leggero velo di nebbia, oltre il quale solo animi sensibili riescono a vedere, perchè non si sono piegati
alla razionalità, ma hanno mantenuto quel piccolo lampo di follia che gli da la possibilità di viaggiare anche per mondi astratti...
Non considerate pazze queste persone, ma imparate da esse a vedere oltre il visibile"
di Fairy Violet
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://arteincasaenonsolo.forumattivo.it
MichaelaFairy
Fata di Avalon
Fata di Avalon


Messaggi: 1612
Punti: 2344
Rinomanza dei post: 62
Data d'iscrizione: 10.11.10
Località: Canada , Mississauga

MessaggioOggetto: Re: Le origini celtiche del Natale irlandese   Lun Dic 27, 2010 4:56 pm

I really enjoy this legend ,thanks. I agree with you , but Do you think that King Arthur existed, or the story of King Arthur began life as a symbol created to represent Medieval era? I know knights Templar existed , they were real but King Arthur?
In my opinion in Medieval era there was a real person and he acted like King Arthur but his name wasn't King Arthur. study
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://moonphotographics.wordpress.com/
Cernunnos80
Aiutante Taverniere
Aiutante Taverniere


Messaggi: 310
Punti: 497
Rinomanza dei post: 19
Data d'iscrizione: 29.11.10
Località: Foreste e Boschi antichi...

MessaggioOggetto: Re: Le origini celtiche del Natale irlandese   Lun Dic 27, 2010 6:18 pm

MichaelaFairy ha scritto:
I really enjoy this legend ,thanks. I agree with you , but Do you think that King Arthur existed, or the story of King Arthur began life as a symbol created to represent Medieval era? I know knights Templar existed , they were real but King Arthur?
In my opinion in Medieval era there was a real person and he acted like King Arthur but his name wasn't King Arthur. study


La storicità di Re Artù è stata a lungo dibattuta dagli studiosi, ma negli anni si è raggiunto un consenso nel ritenere sostanzialmente leggendaria la figura del sovrano. Una scuola di pensiero avanzerebbe l’ipotesi che fosse vissuto nel tardo V secolo o agli inizi del VI secolo, che fosse stato un romano-britannico e che avesse combattuto il paganesimo sassone. I suoi ipotetici quartieri generali si sarebbero trovati in Galles, Cornovaglia, o ad ovest di ciò che sarebbe diventata l’Inghilterra. Ad ogni modo, le controversie sul centro del suo potere e sul tipo stesso di potere che esercitava continuano oggi.

C’è chi sostiene che la figura di Artù possa coincidere perfettamente con quella di un certo Riotamo, "re dei Brettoni", molto attivo durante il regno dell’imperatore romano Antemio. Sfortunatamente, Riotamo è una figura minore di cui sappiamo ancora poco e nemmeno gli studiosi sono in grado di capire se i "bretoni" che comandava erano i britannici o gli abitanti dell’Armorica. Altri studi portano ad identificarlo con Ambrosio Aureliano, un signore della guerra romano-britannico che vinse alcune importanti battaglie contro gli anglosassoni, tra cui la battaglia del Monte Badon.

Altri suggeriscono di identificarlo con Lucio Artorio Casto, un dux romano del II secolo, i cui successi militari in Britannia sarebbero stati tramandati nei secoli successivi. Ufficiale (col rango di praefectus) della VI legione in Britannia, che potrebbe aver guidato un'unità di cavalieri sarmati (provenienti dall’Ucraina meridionale), stanziati a Ribchester, che conducevano campagne militari a nord del vallo di Adriano. Le imprese militari di Casto in Britannia e Armorica (odierna Bretagna) potrebbero essere state ricordate per i secoli successivi e aver contribuito a formare il nucleo della tradizione arturiana, così come le tradizioni portate dagli alano-sarmati. C'è anche chi parla dell'usurpatore romano Magno Massimo.

Un’altra teoria è quella secondo cui il nome di Artù sarebbe in realtà un titolo portato da Owain Ddantgwyn, che sembrerebbe essere stato un re di Rhôs. C’è poi l'ipotesi che egli sarebbe in realtà un re dell’età del bronzo, circa 2300 a.C.: estrarre una spada da una roccia sarebbe infatti una metafora della costruzione di una spada e della sua estrazione dalla forma dopo la fusione.

Altre supposizioni si basano sul fatto che Artù fosse Artuir mac Áedán, figlio di re Áedán mac Gabráin della Dalriada, un signore della guerra scozzese che guidò gli scoti di Dalriada contro i pitti. Secondo questa teoria, Artù avrebbe quindi svolto le sue azioni di guerra soprattutto nella regione tra il Vallo di Adriano e quello di Antonino (area del Gododdin). Per alcuni Artù potrebbe addirittura essere stato lo stesso Áedán mac Gabráin. E c’è chi pensa che Artù avrebbe comandato una coalizione di celti cristiani contro gli invasori pagani, riuscendo a tenerli lontani per un centinaio d’anni circa.

Ad ogni modo, si hanno svariati omonimi, o persone con nomi simili, nella sua generazione e si può pensare che siano poi stati riuniti dalle credenze popolari e tramandati come se fossero un'unica entità. Ed ecco così spuntare Arthnou, un principe di Tintagel (in Cornovaglia), che visse nel VI secolo, oppure Athrwys ap Meurig, re del Morgannwg (odierno Glamorgan) e del Gwent (due aree del Galles). Artù potrebbe quindi essere un semplice collage di tutte queste figure mitologiche o storiche.

Un saluto, cara Michaela
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
MichaelaFairy
Fata di Avalon
Fata di Avalon


Messaggi: 1612
Punti: 2344
Rinomanza dei post: 62
Data d'iscrizione: 10.11.10
Località: Canada , Mississauga

MessaggioOggetto: Re: Le origini celtiche del Natale irlandese   Lun Dic 27, 2010 8:24 pm

Thank you for your answer. This history is very interesting and mysterious. If you know anything else about this topic ,please let me know. study king queen
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://moonphotographics.wordpress.com/
єℓℓєи_
Druido
Druido


Messaggi: 141
Punti: 191
Rinomanza dei post: 5
Data d'iscrizione: 09.11.10

MessaggioOggetto: Re: Le origini celtiche del Natale irlandese   Ven Mar 18, 2011 12:49 pm

L'albero di Natale stesso e' la simboligia della religiosita' Celtica.
Una volta diventati cristiani i popoli Celti conquistati mantennero viva la loro vecchia religione dove come sappiamo si adorava la Natura, proprio attraverso l'albero come simbolo, e cosi nacque l'albero di Natale *_*

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 

Le origini celtiche del Natale irlandese

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su1

 Argomenti simili

-
» Le origini di Vittorito
» Lettera di Natale, bilancio di fine anno?
» Non regalate un cucciolo per Natale
» AUGURI DI BUON NATALE E FELICE 2009
» buon natale si, ma soprattutto...

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi ::  ::  :: -