La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Il Natale del gatto Romeo (Fiaba natalizia)
Mar Dic 08, 2015 2:38 pm Da AleTheElf

» La leggenda del Maneki neko (video)
Lun Ott 26, 2015 4:13 pm Da AleTheElf

» Largo,gente: arriva il sito di Romeo!
Lun Mag 11, 2015 9:28 pm Da AleTheElf

» La Pratica Con i Tarocchi
Lun Mar 23, 2015 7:40 pm Da Arwen

» ♥♥♥Ave Maria - Leo Rojas ♥♥♥
Dom Mar 01, 2015 6:42 pm Da Keewna

» Nature - Harmony
Dom Mar 01, 2015 5:42 pm Da Keewna

» Chirapaq, Świnoujście
Dom Mar 01, 2015 5:18 pm Da Keewna

» Bonus 30 punti Elven's top 100
Dom Ott 19, 2014 7:22 pm Da Jupiter

» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 7:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 2:30 pm Da Faun

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook

Condividere | 
 

 Gli Alberi e le Fate

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Straniero77
Aiutante Taverniere
Aiutante Taverniere
avatar

Messaggi : 310
Punti : 452
Rinomanza dei post : 40
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Gli Alberi e le Fate   Sab Feb 05, 2011 10:52 am

Per le fate gli arbusti assumono spesso un significato simbolico e per questo motivo alcune di loro proteggono sia la singola pianta che l’intera foresta anche a costo della loro stessa vita. L’albero rappresenta per una fata o una ninfa una delle fonti da cui trarre preziose energie che consentiranno, a loro volta, sia lo sviluppo di alcuni poteri che il continuo rinnovamento delle proprie forze. Si può ben comprendere a questo punto il forte legame che intercorre tra la fata e gli alberi: essi possiedono una immensa energia vitale che solo le fate sanno comprendere pienamente!

Simbolo della forza vitale della natura è senza dubbio la betulla. Tale albero rappresenta la stagione invernale, ovvero l’inizio di un nuovo ciclo vitale. Un’antica leggenda identifica la betulla come il primo albero a crescere successivamente allo scioglimento dei ghiacci. Le fate adorano la sua corteccia bianca, simbolo di purezza, che spesso utilizzano per costruire culle accoglienti per i loro figli o che doneranno ai loro protetti: sembra infatti che la corteccia di questo albero protegga dagli spiriti maligni. Prediletto dalle ninfe acquatiche è invece il salice, simbolo dei ritmi lunari. Pianta molto resistente grazie alla sua flessibilità, predilige le acque basse di fiumi e laghetti garantendo alle ninfe, con la sua chioma, un sicuro riparo da occhi indiscreti.

Il frassino è invece un albero le cui radici penetrano in profondità nella terra e i cui rami, spessi e robusti, tendono al cielo. Esso abbraccia terra ed aria, ovvero, il mondo magico e quello terreno. Il frassino grazie alla sua preziosa energia, consente alle fate il passaggio dal regno fatato a quello degli umani. Infatti, assorbendo energia dalle piante le magiche creature possono rendersi visibili all’occhio umano.

Il potere della preveggenza è invece reso possibile grazie all’energia che scaturisce dal nocciolo e dal tasso: il primo viene utilizzato per accendere i fuochi durante le feste fatate, l’energia del secondo, consente loro di osservare eventi futuri o indicare ai loro protetti la giusta via da seguire. L’edera è invece amata dalle muse: è simbolo di immortalità dato che ha la capacità di crescere ovunque.
Esistono alcune specie di alberi che nel regno fatato rivestono un ruolo molto importante.

Il re di tutti i boschi è, senza dubbio alcuno, l’albero della quercia. Solido e imponente, lento nella crescita ma estremamente resistente: vanta una grande longevità; la sua vita può durare secoli e secoli. Non a caso viene preso a simbolo della continuità della vita che prevale sulla morte. Possiede una forza grandissima dato che le fate lo chiamano l’albero della memoria.
Portatore di energia vitale allo stato puro, risulta molto amato e protetto dalle magiche creature: infatti nel caso in cui una quercia venisse abbattuta morirebbero tutte le fate che si trovano nelle vicinanze.

Il sambuco è associato alle fate protettrici delle case: un albero di sambuco piantato nel proprio giardino garantirà la difesa dagli spiriti maligni e, se si è fortunati, donerà all’uomo la capacità di comunicare con le creature del Piccolo Popolo. L’usanza vuole che ci si debba inchinare sette volte quando ci si trova di fronte un sambuco: a tale numero corrispondono, infatti, i doni che si possono ricevere dai fiori, dai germogli, dalla corteccia, dalle foglie, dal midollo, dalle radici e dalle bacche di questo prezioso albero. Il sambuco ha purtroppo una forma abbastanza inquietante, per questo motivo qualche burlone ha sparso la voce che si tratti di una strega trasformatasi in arbusto. Niente di più falso! Il sambuco offre protezione contro le serpi, contro il male e dai pensieri d’invidia. Le fate non utilizzano mai i rami di sambuco per accendere i fuochi: sarebbe un grave sacrilegio che scatenerebbe di certo una moltitudine di forze maligne.

Nell’antichità, invece, chi abbatteva un melo andava incontro a morte sicura. In questo caso, infatti, sia gli uomini che le fate considerano il melo un albero dalle capacità magiche: permette la connessione tra i due mondi, magico e terreno, consentendo l’iniziazione a remotissime scienze segrete. Anche i frutti del melo hanno da sempre un valore molto speciale per le creature del mondo fatato: golose della polpa dolce e croccante, tagliando le mele in due perfette metà le fate hanno accesso alla conoscenza di avvenimenti futuri; ciò avviene perchè riescono ad interpretare il disegno formato dal cuore e dai semi contenuti in esse. Numerose leggende narrano di magici alberi dalle mele d’oro: quelle che donano l’immortalità o ancora di mele maledette o avvelenate. Per comprendere al meglio il valore simbolico di questa pianta possiamo far riferimento ad un fatto curioso svelatoci nel corso della nostra avventura. Nella terra di Avalon, regno del leggendario King Arthur si potevano osservare grandi distese di alberi di melo. Inoltre, la traduzione del nome Avalon sta a significare letteralmente “paese dei pomi”.

Anche l’abete è molto amato dalle leggiadre fatine e lo difendono in caso di pericolo emettendo inquietanti lamenti, udibili in tutta la valle. Non è raro trovarle nasconte all’interno di cavità del tronco oppure sulla punta più alta a contemplare il bellissimo paesaggio e tutto ciò che accade nei dintorni.
L’arbusto più importante, da sempre legato al mondo delle fate è il biancospino: un suo cespuglio sta sempre a indicare la vicinanza a un luogo prediletto da questi magici esseri. Le fronde dell’arbusto proteggono le fate da occhi indiscreti ed i fiori sono usati per creare meravigliose e profumate ghirlande che indosseranno nelle migliori occasioni.

Devo informarvi dell’esistenza di un albero che, per il Piccolo Popolo, è messaggero di morte e terrore… questo è l’ontano! Tanto tempo fa, una ninfa, la cui dimora era proprio quest’albero, si innamorò di un giovane principe promesso ad un’altra donna. Gelosa e tremendamente irata la ninfa provocò, con l’ausilio di un ignobile trucco, la morte per annegamento della giovane principessa: i rami dell’Ontano cinsero la sventurata che fu trascinata nel profondo delle acque di un fiume. Insoddisfatta della sua terribile azione, la ninfa s’impossessò di una ciocca di capelli della ragazza che rinchiuse, con una goccia di rugiada, tra i petali di un fiore acquatico. Il fiore viaggiò per tre giorni e tre notti lungo il fiume, e all’alba del quarto giorno, generò una bimba identica alla principessa. La misteriosa bimba crebbe in fretta e fu presto condotta, dalla malvagia ninfa, al cospetto del disperato principe che, rincuorato, subito l’accolse. Purtroppo il principe si rese conto ben presto di non aver ospitato la sua amata ma un essere identico a lei privo però di anima e cuore. Un giorno la ninfa si ripresentò dal giovane principe per rendere note le sue malefatte rivelandogli altresì che la principessa sarebbe rientrata in possesso della sua anima solo grazie al sacrificio di un essere dal cuore puro. Il principe (una volta tanto gli uomini fanno funzionare la materia grigia!) conscio di aver perso per sempre la sua amata, cacciò dal suo regno le malefiche donne. Si narra che la principessa senz’anima vaghi ancora tra gli alberi di ontano in bilico tra la vita e la morte, non appartenendo né all’uno né all’altro dei due regni…


Brano tratto dal libro: "Bogus Racconta... Il Piccolo Popolo...
Fate & Ninfe
" di Azzurra Tacente

_________________
"Stranger in the strange land..."
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
FairyViolet
Fata Cuciniera
Fata Cuciniera
avatar

Messaggi : 368
Punti : 633
Rinomanza dei post : 21
Data d'iscrizione : 08.11.10
Località : Ovunque, danzando con il vento

MessaggioTitolo: Re: Gli Alberi e le Fate   Sab Feb 05, 2011 4:11 pm

Che belle cose da riscoprire Smile

_________________
"Se qualcosa o qualcuno non si vede, non significa che sia inesistente... potrebbe semplicemente celarsi
dietro un leggero velo di nebbia, oltre il quale solo animi sensibili riescono a vedere, perchè non si sono piegati
alla razionalità, ma hanno mantenuto quel piccolo lampo di follia che gli da la possibilità di viaggiare anche per mondi astratti...
Non considerate pazze queste persone, ma imparate da esse a vedere oltre il visibile"
di Fairy Violet
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://arteincasaenonsolo.forumattivo.it
MichaelaFairy
Fata di Avalon
Fata di Avalon
avatar

Messaggi : 1613
Punti : 2345
Rinomanza dei post : 62
Data d'iscrizione : 10.11.10
Località : Canada

MessaggioTitolo: Re: Gli Alberi e le Fate   Sab Feb 05, 2011 5:14 pm

Always stories about trees, shrubs, forests... fascinated me.The legend about Alder tree I didn't know it. Thank you.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Gli Alberi e le Fate   

Tornare in alto Andare in basso
 
Gli Alberi e le Fate
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Crescita e Forma degli Alberi (Parte II)
» Crescita e Forma degli Alberi (Parte I)
» Terreno proprio o in affitto? Procedure
» Abbattimento in prossimità di strada statale
» AIUTO! Consiglio eutanasia :-(

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi :: La Cantina dei Sognatori :: Leggende & Creature Magiche :: Piccolo Popolo-
Andare verso: