La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista utentiGruppiRegistratiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Il Natale del gatto Romeo (Fiaba natalizia)
Mar Dic 08, 2015 2:38 pm Da AleTheElf

» La leggenda del Maneki neko (video)
Lun Ott 26, 2015 4:13 pm Da AleTheElf

» Largo,gente: arriva il sito di Romeo!
Lun Mag 11, 2015 9:28 pm Da AleTheElf

» La Pratica Con i Tarocchi
Lun Mar 23, 2015 7:40 pm Da Arwen

» ♥♥♥Ave Maria - Leo Rojas ♥♥♥
Dom Mar 01, 2015 6:42 pm Da Keewna

» Nature - Harmony
Dom Mar 01, 2015 5:42 pm Da Keewna

» Chirapaq, Świnoujście
Dom Mar 01, 2015 5:18 pm Da Keewna

» Bonus 30 punti Elven's top 100
Dom Ott 19, 2014 7:22 pm Da Jupiter

» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 7:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 2:30 pm Da Faun

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook

Condividere | 
 

 La leggenda del lago Gerundo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cernunnos80
Aiutante Taverniere
Aiutante Taverniere
avatar

Messaggi : 311
Punti : 498
Rinomanza dei post : 19
Data d'iscrizione : 29.11.10
Località : Foreste e Boschi antichi...

MessaggioOggetto: La leggenda del lago Gerundo   Mer Feb 16, 2011 9:14 pm

Anche se oggi non esiste più alcuna traccia, il territorio lombardo compreso tra il sud di Bergamo e il nord di Cremona era una volta un’area acquitrinosa formata dai fiumi Adda, Oglio, Serio, Lambro e Silero chiamata lago Gerundo. La sua esistenza è testimoniata da diversi documenti di origine romana, ma soprattutto dai racconti di un monaco, tale Sabbio, che nel 1110 d.C. parlò di torri dotate di anelli per l’ormeggio delle barche e le cui rovine possiamo trovare tutt’oggi. Il fiume doveva essere l’habitat perfetto per molti tipi di animali, tra i quali, narrano le leggende, creature spaventose che gli abitanti dell’epoca chiamavano ‘draghi'. Quella che oggi appare come una leggenda, nel Medioevo era considerata da molti realtà, tanto che alcuni centri abitati si dotarono di una cinta muraria appositamente per difendersi dai mostri lacustri. A dare credito a queste storie furono i ritrovamenti di alcuni reperti ossei, tuttora esposti in diverse chiese e considerati per lungo tempo resti appartenuti ai draghi. Dal soffitto dell’abside della chiesa di Almeno S. Salvatore pende un’enorme costola animale di 260 cm che sarebbe appartenuta ad una creatura catturata vicino al fiume Grembo. Conservato nel santuario Natività della Beata Vergine di Sombrero esiste un altro reperto simile di 180 cm. Si dice che provenisse da un drago del Gerundo ucciso da un giovane eroe. Nella parrocchia di Pizzighettone è custodita una costola lunga 1,70 cm. Gli abitanti di Lodi erano talmente abituati alla presenza del serpente acquatico al punto di assegnarli il nome di “Tarantasio” anticipando così gli abitanti di Iverness in Scozia con il mostro di Loch Ness. Fu in particolare Il monaco Sabbio a scrivere la storia di di questo mostro che si nutriva di bambini e uomini. Si trattava di un enorme serpente acquatico che terrorizzava gli abitanti nella zona dell’attuale Lodi. La descrizione del mostro è quella di una creatura serpentiforme, la testa enorme con grandi corna e coda e zampe palmate, sputava fuoco dalla bocca e fumo dal naso..proprio come un drago.

Di seguito una rappresentazione del drago Tarantasio:

Chi fu ad ucciderlo è incerto, alcuni dissero San Cristoforo, altri Federico Barbarossa, stà comunque di fatto che in seguito alla morte del mostro le acque del lago Gerundo si ritirarono.
Ma tutto ciò sembra oggi spiegabile: le lunghe ossa appartenevano probabilmente a dei dinosauri, gli avvistamenti di mostri marini erano legati probabilmente a grossi pesci, quali gli storioni, mentre il prosciugamento del lago Gerundo fu dovuto all’intensificazione delle opere di bonifica sul territorio paludoso.



Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
MichaelaFairy
Fata di Avalon
Fata di Avalon
avatar

Messaggi : 1613
Punti : 2345
Rinomanza dei post : 62
Data d'iscrizione : 10.11.10
Località : Canada

MessaggioOggetto: Re: La leggenda del lago Gerundo   Gio Feb 17, 2011 2:40 am

Beautiful legend. Inverness Castle is located on River Ness and Urquhart Castle is situated right on Loch Ness. Maybe , the Loch Ness monster traveled from Loch Ness (Lake) to the North through River Ness...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
La leggenda del lago Gerundo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La leggenda del PONTE ARCOBALENO
» VERITA' O LEGGENDA METROPOLITANA???
» Passeggiata al Lago Laceno!
» Lago Palo
» Lago d'Iseo

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi :: I Giardini :: Fauna & Flora :: Montagna, fiumi & laghi-
Andare verso: