La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Parola d'ordine:
Connessione automatica: 
:: Recuperare la parola d'ordine
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Il Natale del gatto Romeo (Fiaba natalizia)
Mar Dic 08, 2015 2:38 pm Da AleTheElf

» La leggenda del Maneki neko (video)
Lun Ott 26, 2015 4:13 pm Da AleTheElf

» Largo,gente: arriva il sito di Romeo!
Lun Mag 11, 2015 9:28 pm Da AleTheElf

» La Pratica Con i Tarocchi
Lun Mar 23, 2015 7:40 pm Da Arwen

» ♥♥♥Ave Maria - Leo Rojas ♥♥♥
Dom Mar 01, 2015 6:42 pm Da Keewna

» Nature - Harmony
Dom Mar 01, 2015 5:42 pm Da Keewna

» Chirapaq, Świnoujście
Dom Mar 01, 2015 5:18 pm Da Keewna

» Bonus 30 punti Elven's top 100
Dom Ott 19, 2014 7:22 pm Da Jupiter

» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 7:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 2:30 pm Da Faun

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook

Condividere | 
 

 Il Menestrello

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Straniero77
Aiutante Taverniere
Aiutante Taverniere


Messaggi : 310
Punti : 452
Rinomanza dei post : 40
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioOggetto: Il Menestrello   Sab Mar 05, 2011 1:54 pm

Le origini dei menestrelli sono da ricercare nei trovatori, poeti attivi nei secoli XII e XIII nelle corti aristocratiche della Provenza, regione attualmente appartenente alla Francia. Successivamente, i trovatori li troviamo in Francia, Catalogna, Italia settentrionale, influenzando tutte le scuole letterarie d'Europa: la scuola siciliana, toscana, tedesca, mozaraba e portoghese.

L'opera dei trovatori è pioniera nella manifestazione lirica in lingua volgare, le sue origini non sono state ancora identificate con precisione: tra le tesi sulla sua provenienza ne appare addirittura una sull'origine liturgica, ma la maggior parte della produzione trobadorica è costituita da liriche d'amore.

La sua invenzione è attribuita a Guglielmo IX d'Aquitania, detto il Trovatore (1071-1127), ma si sviluppò con delle regole precise, codificate alla corte di Eleonora d'Aquitania.
Difatti, il movimento trobadorico era inizialmente composto per la maggior parte da signori e principi le cui corti divennero rapidamente dei veri centri letterari.

Tutto ha origine nel valor e nel pretz, cioè nelle qualità della dama. L'amore, nel cuore del trovatore, nasce sì dalla contemplazione della bellezza della sua signora, ma anche dalla considerazione delle sue doti intellettuali e spirituali. Nello stesso tempo il poeta ha coscienza della sua inferiorità nei confronti della dama e, per avvicinarsi, si impegna in un melhorament, cioè in uno sviluppo graduale delle qualità che una donna richiede per corrispondere il proprio amore.

La base della poesia trobadorica è l'ideale dell'amor cortese fin amor» in occitano), il cui concetto base è la mezura, cioè la "misura", la distanza tra fuoco passionale e signorilità dei modi nel corteggiamento, o tra carnalità e realtà dei fatti nel caso di un possibile adulterio.

Il menestrello (dal provenzale menestrals, "servo di casa") era, in età feudale, l'artista di corte incaricato all'intrattenimento del castello. Svolgeva mansioni di musicista, cantastorie, poeta o giullare. Fu una figura presente principalmente nella Francia e nell'Inghilterra medievale. Era spesso ingaggiato per singoli spettacoli, in occasione di ricorrenze particolari ed eseguiva perlopiù brani già composti probabilmente da un trovatore.Come il bardo per le popolazioni celtiche, il menestrello poteva essere un cantore di gesta eroiche compiute dal proprio signore. In alcuni casi, si trattava di un semplice buffone con abilità di giocoleria e aveva il solo scopo di divertire il pubblico. Anche i comuni usavano assumere i menestrelli affinché cantassero la bellezza della città. Essi sono accompagnati da uno strumento a corde pizzicate (soprattutto la viola). Quasi tutte le opere dei menestrelli sono in strofe, con o senza ritornello, e riflettono la civiltà del Medio Evo, la sua storia sociale e letteraria: i temi dominanti sono pertanto la fede cristiana, la cavalleria al momento delle crociate e tutte le sfumature della poesia cortese.

- Il più comune era il Canso (canzone), con sei versi costruiti sulla stessa rima.

- La Serena (serenata) descriveva le lamentazioni del cavaliere in amore.

- Il Plahn era un canto di lutto.

- Dawn (o serenata) parlava della tristezza degli amanti costretti a separarsi al sorgere del sole.

- Il SIVENT trattava satire politiche.

- La ballata era destinata ad essere suonata nelle danze.

- La Pastourelle cantava l'amore ispirato da una pastorella.

- Il Canto delle vetrine Crociate cantava le prodezze dei Crociati al servizio della fede.

- Il Partimen e il Tenso erano opere create da alcuni trovatori ed aveva per lo più un tema amoroso.

*********


    Riferimenti:

  • Wikipedia, l'enciclopedia libera.

  • Breve storia della musica nel Medioevo Olivier Cullin. Fayard, 2002.

  • La musica del Medioevo da Albert Seay. Actes Sud, 1992.

  • Canzoni dei trovatori di Samuel N Rosenberg. Poche, 1995.

  • Al tempo dei trovatori di Genevieve Brunel-Lobrichon. Hachette, 1999.

  • Donne e conoscenza storica




_________________
"Stranger in the strange land..."
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
MichaelaFairy
Fata di Avalon
Fata di Avalon


Messaggi : 1613
Punti : 2345
Rinomanza dei post : 62
Data d'iscrizione : 10.11.10
Località : Canada

MessaggioOggetto: Re: Il Menestrello   Sab Mar 05, 2011 7:14 pm

I love this topic. I have The Royal Diary of Eleanor of Aquitaine. These are two pictures from my book. The first picture is Eleanor and the second one is Henry II ( second husband of Eleanor).



Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Maglor
Ramingo
Ramingo


Messaggi : 12
Punti : 20
Rinomanza dei post : 1
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Il Menestrello   Sab Lug 09, 2011 3:04 pm

E' bellissima questa canzone... non serve la macchina del tempo per tornare al medioevo...basta ascoltare canzoni come questa
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Il Menestrello   Oggi a 10:51 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Il Menestrello
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi :: Le Stanze superiori :: La Stanza dei Templari :: Arte e musica-
Andare verso: