La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Recuperare la parola d'ordine
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Il Natale del gatto Romeo (Fiaba natalizia)
Mar Dic 08, 2015 2:38 pm Da AleTheElf

» La leggenda del Maneki neko (video)
Lun Ott 26, 2015 4:13 pm Da AleTheElf

» Largo,gente: arriva il sito di Romeo!
Lun Mag 11, 2015 9:28 pm Da AleTheElf

» La Pratica Con i Tarocchi
Lun Mar 23, 2015 7:40 pm Da Arwen

» ♥♥♥Ave Maria - Leo Rojas ♥♥♥
Dom Mar 01, 2015 6:42 pm Da Keewna

» Nature - Harmony
Dom Mar 01, 2015 5:42 pm Da Keewna

» Chirapaq, Świnoujście
Dom Mar 01, 2015 5:18 pm Da Keewna

» Bonus 30 punti Elven's top 100
Dom Ott 19, 2014 7:22 pm Da Jupiter

» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 7:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 2:30 pm Da Faun

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook

Condividere | 
 

 Rouna ed Odino - Leggende Celtiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
єℓℓєи_
Druido
Druido
avatar

Messaggi : 141
Punti : 191
Rinomanza dei post : 5
Data d'iscrizione : 09.11.10

MessaggioOggetto: Rouna ed Odino - Leggende Celtiche   Gio Mar 10, 2011 1:16 pm

In qualche tiepida sera verso il Solstizio di Primavera il Druido Bertrace aveva rivisto il calcolo astronomico verificandolo più volte con i numeri solo a lui conosciuti dell'Alfabeto Ogham, inoltre le sedici colonne e le 78 fasi lunari collimavano precisamente con le parole dell'oracolo. Nella prima fase di Luna piena un evento straordinario avrebbe cambiato per sempre il destino della nazione celtica. Ma esattamente cosa fosse questo fenomeno non era ancora chiaro a Bertrace, il capo della triade sacerdotale, così andò sulla collina ad interpellare il dio Cernnunos; aveva un presentimento verso la sua unica figlia Rouna, una ragazza sedicenne bella come la dea Frigga. Cernnunos disse al vecchio padre che Odino si sarebbe invaghito di sua figlia e nelle sembianze di un lupo l'avrebbe posseduta. Ma il dio della fecondazione non disse la verità, in effetti il grande cervo era geloso verso il capo di tutti gli dei. Bertrace non prestò fede alla profezia del suo santo protettore. Era convinto che questo non stava scritto nel segreto del calendario. Invece la verità era di ben altra natura. L'anno solare che andava dal 1 Novembre al 31 Ottobre 365 non combaciava con l'orbita dell'astro solare, ma il periodo siderale era più lungo di sei ore. Il consiglio dei sapienti celtici si riunì immediatamente per udire la relazione di Bertrace, dal volto assorto da umani pensieri: sua figlia e la sua conoscenza. - Eh! Bertrace che cosa è che assilla tanto? - gli chiesero malignamente i saggi - La tua tortorella Rouna sta forse per prendere il volo? - Ah! Ah! ridevano i compagni invidiosi della bellezza della figlia di Bertrace. - Per tutti gli Astri del Firmamento - urlò Accadranno eventi catastrofici nel giorno che non esiste, nel giorno che ha ingoiato 18 dei suoi figli, una giornata che esisterà ogni sedici Solstizi e sparirà per altri sedici. Ecco maledetti infingardi cosa dicono i miei calcoli e lasciate stare mia figlia o vi decapito con la mia roncola! - Ma si sa l'uomo pone dio dispone. Odino scese veramente ed incontrò la fanciulla, che presa da un calore misterioso si recò allo stagno per rinfrescarsi, quando vide davanti a se un grosso lupo nero che si trasformò in un corpo di giovane uomo. Odino pose il suo seme nel ventre della ragazza. Ella partorì due figli maschi ma il suo corpo non resisti allo sforzo e morì poco dopo. Odino ebbe rimorso di questa fanciulla la cui vita svanì e mando ad allevare i due fanciulli una lupa la quale aveva appena perso i tre cuccioli che partorì allo stesso momento di Roana. I neonati si attaccarono alla nuova madre dal morbido pelo e dal nutriente latte. Gli imposero i nomi di Rommos e Remmos che significava i figli di Rouna e Odino. Come tutti i cuccioli di madre Gaia , il primo era più pretendente del fratello. Questa rivalità che la Natura impone, la sua ferrea legge della sopravvivenza del più forte verso il meno dotato. I due fratelli crebbero e si fecero forti in questo contesto naturale. Un giorno stanchi di accudire il nonno, lasciarono il villaggio sui monti per l'avventura verso terre ignote, oltre il grande fiume Po. I due nobili guerrieri celti arrivarono in un luogo deserto dove vi erano solo prati e tanti ovini allo stato brado. Allevati come lupi diedero sfogo al loro istinto animale e fecero strazio di pecore e montoni. Invece di diminuire di numero i greggi aumentavano sempre, sovvertendo l'ordine dei lupi perennemente in moto in cerca di altri luoghi e nuovo cibo. I due semidei decisero di restare in quel luogo strano. Decisero in onore di Odino loro padre, di costruire un Recinto dalle alte mura in pietra così grande che tutto ciò che vi era all'interno del quadrato era all'appannaggio dei due eroi e quello che rimaneva fuori era solo disordine e incertezza. Ai due lati due cime per i riti notturni alla dea della Luna, ma anche per attirare le femmine degli umani, la cui curiosità femminile le soggiogò alle voglie di Rommos e Remmos. La popolazione crebbe in fretta nel Recinto dell'amore e senza saperlo nacque una città alla quale fu imposto il nome di Roumma in onore della madre naturale dei due fondatori. Molto ma molto tempo dopo le profetiche parole del nonno si avverarono e questa nuova nazione fu portatrice di disgrazie e dolori per il popolo celtico "il giorno che non esiste".

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
AleTheElf
L' Oste
L' Oste
avatar

Messaggi : 783
Punti : 1100
Rinomanza dei post : 53
Data d'iscrizione : 21.10.10
Località : Siracusa, Sicilia

MessaggioOggetto: Re: Rouna ed Odino - Leggende Celtiche   Gio Mar 10, 2011 1:50 pm

Sempre affascinante e senza tempo il mondo celtico e le sue leggende.... PS: ho spostato il post nella sezione dedicata alle leggende celtiche

_________________

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://elvenpath76.blogspot.com/
єℓℓєи_
Druido
Druido
avatar

Messaggi : 141
Punti : 191
Rinomanza dei post : 5
Data d'iscrizione : 09.11.10

MessaggioOggetto: Re: Rouna ed Odino - Leggende Celtiche   Gio Mar 10, 2011 2:14 pm

gia' ^_______________________^
ok Smile

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Rouna ed Odino - Leggende Celtiche   

Tornare in alto Andare in basso
 
Rouna ed Odino - Leggende Celtiche
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Leggende Metropolitane?
» Leggende della Razza: Mr AVERLANT titolare dell'affisso "DES DEMONS NOIRS"
» La leggenda del PONTE ARCOBALENO
» Leggende metropolitane...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi :: Le Stanze superiori :: La Stanza dei Celti :: Miti e leggende-
Andare verso: