La Taverna degli Elfi

BENVENUTI NELLA TAVERNA DEGLI ELFI!


PER INTERAGIRE CON GLI ALTRI TAVERNIERI È RICHIESTA UNA PREVIA E GRATUITA ISCRIZIONE!

GRAZIE DELLA VISITA E A PRESTO.

L'OSTE.

La Taverna degli Elfi

Un'accogliente Taverna silvestre per discutere di Natura, Medioevo, Celti e Fantasy!
 
IndiceFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi
Home del Forum:

Elvenpath,il sentiero degli Elfi

Menù della Taverna






Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Recuperare la parola d'ordine
Tagboard
Amici degli Elfi


Ultimi argomenti
» Il Natale del gatto Romeo (Fiaba natalizia)
Mar Dic 08, 2015 2:38 pm Da AleTheElf

» La leggenda del Maneki neko (video)
Lun Ott 26, 2015 4:13 pm Da AleTheElf

» Largo,gente: arriva il sito di Romeo!
Lun Mag 11, 2015 9:28 pm Da AleTheElf

» La Pratica Con i Tarocchi
Lun Mar 23, 2015 7:40 pm Da Arwen

» ♥♥♥Ave Maria - Leo Rojas ♥♥♥
Dom Mar 01, 2015 6:42 pm Da Keewna

» Nature - Harmony
Dom Mar 01, 2015 5:42 pm Da Keewna

» Chirapaq, Świnoujście
Dom Mar 01, 2015 5:18 pm Da Keewna

» Bonus 30 punti Elven's top 100
Dom Ott 19, 2014 7:22 pm Da Jupiter

» Insolita richiesta
Ven Ago 01, 2014 7:29 am Da Tancredi

» Uther Pendragon (Medieval Music)
Sab Lug 12, 2014 2:30 pm Da Faun

Affiliati & Directories:
Clicca per sostenerci

Vota

Forum Topsite

Personal Blogs

Top science blogs

SiteBook

Altre Top››

Migliori postatori
Keewna
 
MichaelaFairy
 
AleTheElf
 
Arwen
 
Arwen71
 
FairyViolet
 
Cernunnos80
 
Straniero77
 
Barbanera
 
Faun
 
Seguici su Facebook

Condividere | 
 

 Storia del cappello

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
FairyViolet
Fata Cuciniera
Fata Cuciniera
avatar

Messaggi : 368
Punti : 633
Rinomanza dei post : 21
Data d'iscrizione : 08.11.10
Località : Ovunque, danzando con il vento

MessaggioOggetto: Storia del cappello   Sab Lug 09, 2011 3:50 pm

Sui cappelli ci sono molte leggende e sempre facendo le mie solite ricerche nel web... ho trovato questo affascinante articolo:

Favolosi Cappelli (vi troverete molto di più accedendovi)




Fra storia e leggenda
La leggenda attribuisce l’invenzione del feltro all’apostolo Giacomo,
fratello di Giovanni evangelista.
Si racconta infatti che, andando per il mondo
a testimoniare la dottrina del Cristo,
egli abbia escogitato un sistema per alleviare
le sofferenze provocate ai suoi piedi dalle lunghe marce
alle quali lui che era pescatore mal si adattava.
Raccolse dunque i ciuffi di lana che i montoni la sciavano attaccati
ai cespugli e ne fece un morbido strato fra il piede e i sandali.
Dopo qualche tempo si accorse che la lana si induriva grazie
alla pressione, all’umidità e al sudore.
Quel compatto sottopiede segnò la nascita del feltro.

Si era infatti naturalmente prodotto il processo di agglutinamento
che è tuttora l’operazione fondamentale nella fabbricazione del feltro.

È vero che gli antichi avevano l’abitudine di cercare un inventore per ogni cosa,
ma ciò che va oltre la leggenda è il fatto che già le prime corporazioni dei cappellai
tributavano a san Giacomo una particolare venerazione e
lo consideravano il protettore della loro “arte”.

Certo la leggenda rientra anche nel gusto medievale dell’aneddoto agiografico
ma non si può ignorare il ruolo che il culto di questo santo ebbe
nella diffusione e nello sviluppo del feltro.
La località nella quale, secondo la tradizione, fu scoperta la tomba
dell’apostolo fu chiamata Santiago de Compostela,
nome che deriva da campus stellae il campo indicato
miracolosamente da una stella,
che divenne meta di uno dei pellegrinaggi più popolari del Medioevo.

E furono proprio i viaggi devozionali verso Compostela
che divennero anche occasione di scambi
e commerci lungo gli itinerari costellati di luoghi di sosta e monasteri.
La pregiata lana spagnola merinos utilizzata dai cappellai
per i feltri più fini trovò anche in queste strade della fede
la via per trasformarsi in merce di scambio.

San Giacomo si festeggia il 25 luglio.
L’iconografia lo presenta come un viandante:
sulle spalle un povero mantello, appoggiato al lungo bastone
di legno col manico ricurvo,
porta in testa il cappello di feltro
a larghe tese su cui è applicata una conchiglia!


_________________
"Se qualcosa o qualcuno non si vede, non significa che sia inesistente... potrebbe semplicemente celarsi
dietro un leggero velo di nebbia, oltre il quale solo animi sensibili riescono a vedere, perchè non si sono piegati
alla razionalità, ma hanno mantenuto quel piccolo lampo di follia che gli da la possibilità di viaggiare anche per mondi astratti...
Non considerate pazze queste persone, ma imparate da esse a vedere oltre il visibile"
di Fairy Violet
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://arteincasaenonsolo.forumattivo.it
 
Storia del cappello
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Tessuti africani, storia e tipologie. Intervista a Doris Upke John.
» Cappello Pinocchio
» Cartamodello cappello a panda e pupazzo
» Cappello a pan di zucchero
» cappello sciarpa! aiuto altra richiesta!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Taverna degli Elfi :: Inside the Tavern :: La Taverna (OT) :: Storia :: Storia antica-
Andare verso: